Canti del Maggio tra storie e poesie Visualizza ingrandito

Canti del Maggio tra storie e poesie

186

Nuovo

Il libro che vi state apprestando a sfogliare vuole essere una raccolta di fotografie e di gioiosi momenti vissuti all’insegna di una particolare tradizione, quella dei Canti del Maggio, che nella nostra terra di Maremma non si è mai interrotta.
I canti di questua (come quelli del Maggio) hanno origini antiche e pare strano che in quest’epoca moderna così tecnologica e così frenetica siano ancora ben radicati nella nostra cultura. Forse proprio questa società “virtuale”, in cui l’uomo tende sempre più ad isolarsi, ha favorito la riscoperta di certi valori e tradizioni in cui alla base di tutto c’è la riscoperta dell’incontro, la possibilità di confrontarsi, di socializzare e la voglia di stare insieme.

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è al momento disponibile. Contattaci per info allo 0564 - 416937 o scrivi a "ordini@innocentieditore.com"

30,00 €

Scheda tecnica

Pagine 200 pp.
Autore Giulio bardi - Oria Ferretti
Formato 23 x 29
ISBN 978-88-89818-83-1
Anno 2012

Dettagli

Il libro che vi state apprestando a sfogliare vuole essere una raccolta di fotografie e di gioiosi momenti vissuti all’insegna di una particolare tradizione, quella dei Canti del Maggio, che nella nostra terra di Maremma non si è mai interrotta.
I canti di questua (come quelli del Maggio) hanno origini antiche e pare strano che in quest’epoca moderna così tecnologica e così frenetica siano ancora ben radicati nella nostra cultura. Forse proprio questa società “virtuale”, in cui l’uomo tende sempre più ad isolarsi, ha favorito la riscoperta di certi valori e tradizioni in cui alla base di tutto c’è la riscoperta dell’incontro, la possibilità di confrontarsi, di socializzare e la voglia di stare insieme.

Recensioni

Scrivi una recensione

Canti del Maggio tra storie e poesie

Canti del Maggio tra storie e poesie

Il libro che vi state apprestando a sfogliare vuole essere una raccolta di fotografie e di gioiosi momenti vissuti all’insegna di una particolare tradizione, quella dei Canti del Maggio, che nella nostra terra di Maremma non si è mai interrotta.
I canti di questua (come quelli del Maggio) hanno origini antiche e pare strano che in quest’epoca moderna così tecnologica e così frenetica siano ancora ben radicati nella nostra cultura. Forse proprio questa società “virtuale”, in cui l’uomo tende sempre più ad isolarsi, ha favorito la riscoperta di certi valori e tradizioni in cui alla base di tutto c’è la riscoperta dell’incontro, la possibilità di confrontarsi, di socializzare e la voglia di stare insieme.

Scrivi una recensione