Terre mare cieli Visualizza ingrandito

Terre mare cieli

100

Nuovo

Catalogo antologico dei quadri di Giovanni Stefani, dalla mostra tenutasi presso il Museo archeologico e d'arte della Maremma (2-23 maggio 2004).

 

In queste Terre mare cieli di Stefani ritornano insieme le crete argillose della campagna senese, i campi calcinati della piana Valdichiana, le lunghe strisce dei litorali toscani, ma sono tutti e sempre paesaggi della memoria e quindi spazi fisicamente non rintracciabili. Qualcosa di esemplare, in tal senso, il secolo appena passato ci aveva reso nelle grandi tele astratte dai colori puri di Mark Rothko. Ma le fonti di Stefani sono piuttosto da ricercare nelle sue origini, in quella pittura materica italiana che ha già dato esiti alti come in Morlotti e Carlo Mattioli.  Dalla prefazione di Marco Fagioli

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è al momento disponibile. Contattaci per info allo 0564 - 416937 o scrivi a "ordini@innocentieditore.com"

15,00 €

Scheda tecnica

Pagine 60 pp.
Autore Giovanni Stefani
Formato 23 x 20 cm
ISBN 9788889818344
Anno 2004

Dettagli

Catalogo antologico dei quadri di Giovanni Stefani, dalla mostra tenutasi presso il Museo archeologico e d'arte della Maremma (2-23 maggio 2004).

 

In queste Terre mare cieli di Stefani ritornano insieme le crete argillose della campagna senese, i campi calcinati della piana Valdichiana, le lunghe strisce dei litorali toscani, ma sono tutti e sempre paesaggi della memoria e quindi spazi fisicamente non rintracciabili. Qualcosa di esemplare, in tal senso, il secolo appena passato ci aveva reso nelle grandi tele astratte dai colori puri di Mark Rothko. Ma le fonti di Stefani sono piuttosto da ricercare nelle sue origini, in quella pittura materica italiana che ha già dato esiti alti come in Morlotti e Carlo Mattioli.  Dalla prefazione di Marco Fagioli

Recensioni

Scrivi una recensione

Terre mare cieli

Terre mare cieli

Catalogo antologico dei quadri di Giovanni Stefani, dalla mostra tenutasi presso il Museo archeologico e d'arte della Maremma (2-23 maggio 2004).

 

In queste Terre mare cieli di Stefani ritornano insieme le crete argillose della campagna senese, i campi calcinati della piana Valdichiana, le lunghe strisce dei litorali toscani, ma sono tutti e sempre paesaggi della memoria e quindi spazi fisicamente non rintracciabili. Qualcosa di esemplare, in tal senso, il secolo appena passato ci aveva reso nelle grandi tele astratte dai colori puri di Mark Rothko. Ma le fonti di Stefani sono piuttosto da ricercare nelle sue origini, in quella pittura materica italiana che ha già dato esiti alti come in Morlotti e Carlo Mattioli.  Dalla prefazione di Marco Fagioli

Scrivi una recensione