La responsabilità da reato degli enti per infortuni sul lavoro Visualizza ingrandito

La responsabilità da reato degli enti per infortuni sul lavoro

16

Nuovo

Si sta espandendo nella coscienza collettiva l'importanza della problematica relativa alla responsabilità degli enti in relazione agli infortuni sul lavoro dacché, con l'entrata in vigore della legge delega n. 300 del 2000, è stato archiviato il principio giuridico generale sotteso dal vieto brocardo societas delinquere non potest.
L'esigenza di introdurre il livello di responsabilità degli enti per le suddette fattispecie di lesioni ed omicidio colposi, è stata avvertita in modo irrinunciabile e non ulteriormente procrastinabile dalla legge delega n. 123 del 2007, in tema di salute e sicurezza sul lavoro.


Il volume contiene il commento giuridico agli Art. 25 septies del decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 (omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro) e Art. 30 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81 (modelli di organizzazione e di gestione).


Roberto Guerrini è Professore straordinario di diritto penale presso l'Università di Siena.
Riccardo Lottini, Avvocato, è Assegnista di ricerca presso l'Università di Siena.

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è al momento disponibile. Contattaci per info allo 0564 - 416937 o scrivi a "ordini@innocentieditore.com"

0,00 €

Scheda tecnica

Pagine 96 pp.
Autore Roberto Guerrini
Formato 15 x 21 cm
ISBN 9788889818640
Anno 2009

Dettagli

Si sta espandendo nella coscienza collettiva l'importanza della problematica relativa alla responsabilità degli enti in relazione agli infortuni sul lavoro dacché, con l'entrata in vigore della legge delega n. 300 del 2000, è stato archiviato il principio giuridico generale sotteso dal vieto brocardo societas delinquere non potest.
L'esigenza di introdurre il livello di responsabilità degli enti per le suddette fattispecie di lesioni ed omicidio colposi, è stata avvertita in modo irrinunciabile e non ulteriormente procrastinabile dalla legge delega n. 123 del 2007, in tema di salute e sicurezza sul lavoro.


Il volume contiene il commento giuridico agli Art. 25 septies del decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 (omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro) e Art. 30 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81 (modelli di organizzazione e di gestione).


Roberto Guerrini è Professore straordinario di diritto penale presso l'Università di Siena.
Riccardo Lottini, Avvocato, è Assegnista di ricerca presso l'Università di Siena.

Recensioni

Scrivi una recensione

La responsabilità da reato degli enti per infortuni sul lavoro

La responsabilità da reato degli enti per infortuni sul lavoro

Si sta espandendo nella coscienza collettiva l'importanza della problematica relativa alla responsabilità degli enti in relazione agli infortuni sul lavoro dacché, con l'entrata in vigore della legge delega n. 300 del 2000, è stato archiviato il principio giuridico generale sotteso dal vieto brocardo societas delinquere non potest.
L'esigenza di introdurre il livello di responsabilità degli enti per le suddette fattispecie di lesioni ed omicidio colposi, è stata avvertita in modo irrinunciabile e non ulteriormente procrastinabile dalla legge delega n. 123 del 2007, in tema di salute e sicurezza sul lavoro.


Il volume contiene il commento giuridico agli Art. 25 septies del decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 (omicidio colposo o lesioni gravi o gravissime commesse con violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro) e Art. 30 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81 (modelli di organizzazione e di gestione).


Roberto Guerrini è Professore straordinario di diritto penale presso l'Università di Siena.
Riccardo Lottini, Avvocato, è Assegnista di ricerca presso l'Università di Siena.

Scrivi una recensione