CHI HA SPOSTATO IL MIO SESTANTE? - Mare, onde e adrenalina - Visualizza ingrandito

CHI HA SPOSTATO IL MIO SESTANTE? - Mare, onde e adrenalina -

200

Nuovo

Attraverso avvenimenti vissuti, ho cercato di far conoscere come si navigava, nel tempo passato, sulle navi tradizionali mercantili prima dell’avvento del radar ed in seguito con gli strumenti elettronici. Strumenti che come il Loran, il Decca ed in seguito il GPS hanno superato in praticità e precisione, la navigazione astronomica che per tanti anni nei viaggi di lungo corso ha dominato la cultura della navigazione. Il sestante che ogni ufficiale che si rispetti aveva di proprietà e che custodiva come una reliquia, era l’unico strumento valido che unito al cronometro, era in grado di risolvere tante critiche situazioni e di navigare attraverso mari e oceani.

Dalla prefazione dell'autore

Maggiori dettagli

66 Articoli

15,00 €

Scheda tecnica

Pagine 256 pp.
Autore Ferdinando Fanciulli
ISBN 9788898310210
Anno 2014

Dettagli

Attraverso avvenimenti vissuti, ho cercato di far conoscere come si navigava, nel tempo passato, sulle navi tradizionali mercantili prima dell’avvento del radar ed in seguito con gli strumenti elettronici. Strumenti che come il Loran, il Decca ed in seguito il GPS hanno superato in praticità e precisione, la navigazione astronomica che per tanti anni nei viaggi di lungo corso ha dominato la cultura della navigazione. Il sestante che ogni ufficiale che si rispetti aveva di proprietà e che custodiva come una reliquia, era l’unico strumento valido che unito al cronometro, era in grado di risolvere tante critiche situazioni e di navigare attraverso mari e oceani.

Dalla prefazione dell'autore

Recensioni

Scrivi una recensione

CHI HA SPOSTATO IL MIO SESTANTE? - Mare, onde e adrenalina -

CHI HA SPOSTATO IL MIO SESTANTE? - Mare, onde e adrenalina -

Attraverso avvenimenti vissuti, ho cercato di far conoscere come si navigava, nel tempo passato, sulle navi tradizionali mercantili prima dell’avvento del radar ed in seguito con gli strumenti elettronici. Strumenti che come il Loran, il Decca ed in seguito il GPS hanno superato in praticità e precisione, la navigazione astronomica che per tanti anni nei viaggi di lungo corso ha dominato la cultura della navigazione. Il sestante che ogni ufficiale che si rispetti aveva di proprietà e che custodiva come una reliquia, era l’unico strumento valido che unito al cronometro, era in grado di risolvere tante critiche situazioni e di navigare attraverso mari e oceani.

Dalla prefazione dell'autore

Scrivi una recensione